Istruzione: nessuna tregua per i pasticceri per il collettivo PEP!

0

Il collettivo PEP (genitori-studenti-insegnanti) sta di nuovo sollevando l'allarme! Tra l'incontro con il presidente della Collettività e la sua squadra all'inizio del mese e quello organizzato alla vigilia delle festività natalizie alla Cité Scolaire, il Collettivo può solo preoccuparsi ancora e ancora della situazione attuale e di entrare scuole a Saint-Martin. Hai detto inquietante?

Il 4 dicembre abbiamo incontrato il presidente della Comunità e il suo team. Alla fine della nostra intervista, eravamo ottimisti su diversi punti:

- Consegna di algécos side college all'inizio di gennaio

- Consegna di algécos sul lato delle scuole superiori alla fine di gennaio

- Ricostruzione del Collège de Quartier, consegna alla fine del 2019. Nel frattempo verrà utilizzato Algecos

- Inizio dei lavori presso Simeonne Trott entro 15 giorni con l'assegnazione di tutti i lotti. Un ritorno al TPS in studio

- Lezioni disponibili per la fine di gennaio per le lezioni e i seminari SEGPA al Mont des Accords

- Finalizzazione dei lavori presso l'LPO

"Gli impegni non sono rispettati! "

Venerdì scorso, noi (The Collective) siamo stati nuovamente invitati a un incontro presso la Cité Scolaire avviato dal Sig.Pons (Direttore del Progetto Educativo Nazionale) insieme a: Sig. Sanz, Rappresentante del Rettore, Il Preside della scuola e il suo il vice-liceo, il preside del collegio e il suo vice-collegio, i rappresentanti della Collettività, il signor Ogoundele, la signora Ogoundele, il signor Rocard e il signor Josephine, direttore dell'azienda responsabile dei lavori della città scolastica.

L'obiettivo annunciato era quello di fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori nella City School alla vigilia delle vacanze scolastiche e quindi sulla consegna annunciata degli algécos del college.

Infine, l'incontro ha preso un'altra svolta, quella di spiegarci le difficoltà incontrate per la consegna di Algecos da parte del college. Ci sono più argomenti:

- Il permesso non è stato presentato, quindi sarà difficile ottenere l'approvazione dai servizi di sicurezza

- La piattaforma che supporta gli algecos è stata sottodimensionata per accogliere le 4 classi

- Il gateway non è stato consegnato

- L'azienda ha dovuto rallentare, una parte del suo personale non è stata dichiarata.

Il Collettivo può solo preoccuparsi della situazione: gli impegni non vengono rispettati!

Le condizioni di accoglienza per gli studenti del Soualiga College sono inaccettabili:

- Orari "con buche" su orari molto ampi. Ciò si traduce in: studenti che vagano per le strade tutto il giorno; un sovraccarico permanente di studenti; un clima di insicurezza, tensione e violenza; assenze; genitori sfiniti da incessanti avanti e indietro…. Insomma, quale educazione? Quali possibilità di successo diamo ai nostri figli?

- Lezioni dal lunedì al sabato

- Lezioni AP (Assistenza Personalizzata) per più di 30 bambini con 2 insegnanti

- Rumore tutto il giorno

I bambini, i genitori e gli assistenti educativi non lo sopportano più e non vedono l'ora che inizi questo anno scolastico. Il Collettivo chiama di nuovo studenti, genitori, insegnanti e professionisti dell'educazione: per quanto tempo potremo accettare l'inaccettabile?

Altre preoccupazioni stanno già emergendo, quella dell'inizio dell'anno accademico 2019: quali soluzioni sono proposte per accogliere la forza lavoro prima della consegna del College 2021?

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti