Il deconfinamento della micro pavimentazione è sinonimo di una certa ritrovata libertà. Cosa intendi fare prima?

0

Come il territorio nazionale, la popolazione di Saint-Martin ha trovato una certa libertà in questo primo giorno di deconfinamento. L'opportunità per noi di incontrare e interrogare gli abitanti di Saint-Martin sulla loro visione di questo famoso giorno di deconfinamento e dei giorni a venire.

Sylvie (direttore di una lavanderia automatica)

“Dopo due mesi difficili, troviamo tutti una certa libertà di movimento e soprattutto di riprendere la nostra attività professionale. Spero sinceramente che Saint-Martin sarà in grado di superare questa difficile prova, in particolare dal punto di vista economico. Da parte mia, la chiusura di bar, ristoranti e ville in affitto mi penalizza molto. Dovremo resistere e sopportare pazientemente il nostro dolore. "

Yoan (Trader)

“È sempre bello trovare un po 'di libertà dopo lunghe settimane trascorse in isolamento in casa. Ora possiamo viaggiare dove vogliamo senza dover presentare il famoso certificato. Ora dobbiamo rimanere vigili. Il gioco non è ancora vinto, tutt'altro. Il virus è ancora presente sull'isola. Sta a noi essere vigili e proteggerci rispettando le norme sanitarie ”.

Michel (ristoratore)

“Personalmente, l'11 maggio non significa molto. Come ristoratore, aspetto sempre di riprendere la mia attività professionale. E soprattutto a quali condizioni? Noi ristoratori aspettiamo con impazienza il via libera dalla Prefettura per riaprire i nostri stabilimenti. Una cosa è certa, nulla sarà più come prima. Il compito sembra difficile! "

Yann (macellaio)                   

“Per me, l'11 maggio è sinonimo di restituzione degli ingorghi a Saint-Martin! Da qualche parte, significa anche che l'isola sta iniziando a riguadagnare qualche attività. Questa è un'ottima cosa economica anche se bar, caffè e ristoranti non hanno ancora ricevuto il permesso di riaprire.

Altrimenti, sarò in grado di riprendere la corsa assiduamente. Per quanto riguarda le attività del club, dovremo aspettare ancora un po '! "

Natacha (panettiere)

"Che si tratti di deconfinamento o meno, dobbiamo sempre essere estremamente vigili. Ho appreso che un nuovo caso è stato rilevato lo scorso fine settimana nella parte francese. Come quello che il virus è ancora presente con noi. Da un punto di vista personale, spero che la clientela torni molto rapidamente. La chiusura delle scuole è davvero dannosa per la nostra attività ”.

Intervista di AF 

 7,980 visualizzazioni totali

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: