INTERNAZIONALE/ Terremoto in Marocco: il bilancio provvisorio delle vittime supera i 2.900

0

Nella notte tra venerdì 8 e sabato 9 settembre, un forte terremoto ha scosso la provincia di Al Haouz in Marocco, a poche decine di chilometri dalla città turistica di Marrakech. Anche lì la terra ha tremato, così come a Ouarzazate, Chichaoua e Azilal con un'intensità di 6,8 della scala Richter.

L'epicentro del terremoto, che ha gettato il Paese nello scompiglio, si trova all'interno di una placca tettonica, all'altezza del massiccio dell'Alto Atlante, nel centro del Paese e in una zona con attività sismica moderata, secondo gli specialisti. Il fenomeno descritto come terremoto intraplacca è più raro e poco conosciuto dei comuni terremoti interplacca che si verificano nelle zone di rottura della crosta terrestre. L'ultimo rapporto provvisorio redatto ieri dal ministero dell'Interno marocchino conta 2.901 morti e 5.530 feriti. Tra le vittime, quindici cittadini francesi sono rimasti feriti e quattro hanno perso la vita: una giovane coppia franco-marocchina residente a Meaux nella Senna e Marna in luna di miele in Marocco, una madre morta durante il crollo della casa del marito in un villaggio tra Marrakech e Agadir e un uomo morto di infarto durante il terremoto. Il Ministro francese degli Affari Esteri e dell'Europa, Catherine Colonna, ha annunciato lunedì 11 settembre che la Francia donerà 5 milioni di euro in crediti umanitari destinati alle organizzazioni non governative francesi e internazionali già presenti e attive nelle zone sinistrate. Mercoledì 13 settembre si è tenuto al Palais des Sports di Parigi un concerto di beneficenza dal titolo “Tutti con il Marocco” per le vittime del più potente terremoto mai misurato nel Paese rispetto a quello che colpì Agadir nel 1960 (magnitudo 5,7, 12.000) causando la morte di XNUMX persone. L'evento organizzato in collaborazione con la Croce Rossa francese e a beneficio della Mezzaluna Rossa marocchina ha visto, tra gli altri, esibizioni di Patrick Bruel, M.Pokora, Hoshi, Faudel e Ycare. Il presidente della Repubblica Emmanuel Macron si è detto pronto a inviare aiuti internazionali sul suolo marocchino, offerta che per il momento è rimasta senza risposta. Le autorità marocchine hanno accettato l'aiuto di quattro paesi dopo il potente terremoto: Spagna, Gran Bretagna, Qatar ed Emirati Arabi Uniti. _Vx

 2,243 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: