Covid-19: 105 nuovi casi identificati la scorsa settimana e cinque morti da deplorare per due settimane

0

Per il periodo dal 24 al 30 maggio, a Saint-Martin sono stati registrati 105 nuovi casi di Covid-19, "di nuovo un dato molto alto", rileva l'Agenzia Regionale Sanitaria anche se il numero delle contaminazioni è diminuito rispetto alla settimana prima ( 123 casi).

Da segnalare che dal 31 maggio sono già stati individuati 47 casi di Covid.  È stato anche registrato un cluster, in un istituto sociale per l'alloggio e l'integrazione che conta 7 casi.

L'ospedale Louis Constant Fleming accoglie ora 14 pazienti nel reparto Covid, riaperto per far fronte all'afflusso di pazienti con forme gravi, mentre nei mesi precedenti erano stati ricoverati da 1 a 2 pazienti. Il personale ospedaliero è stanco e sotto stress.

Nelle ultime due settimane in Guadalupa sono state effettuate 7 evacuazioni mediche di pazienti positivi al Covid, contro solo 2 dall'inizio dell'anno. Inoltre, deploriamo la morte di 5 persone nelle ultime due settimane. Tra loro, nessuno è stato vaccinato come tutte le persone ricoverate. Questo porta a 18 il numero dei residenti di Saint-Martin che sono morti da marzo 2020 a causa del Covid-19.

La comparsa di forme gravi di Covid, l'elevato numero di decessi in un breve periodo e il rischio di saturazione del nostro sistema ospedaliero, dovrebbero ricordarci che siamo in un momento cruciale nella lotta a questo virus.

“Anche questa settimana gli indicatori sono molto alti. Il tasso di incidenza è di 293,7 / 100 abitanti. Anche il tasso di positività settimanale è sempre al di sopra della soglia di vigilanza con un tasso del 000%. Rimane molto alto e paragonabile a quello della settimana precedente (6,1%).

La situazione è molto preoccupante in considerazione del numero di ricoveri e dei decessi che deploriamo anche questa settimana. Tutti questi dati dovrebbero allertarci e incoraggiarci a non abbassare la nostra vigilanza e a continuare gli sforzi fatti quotidianamente rispettando sempre i gesti di barriera. È altrettanto importante comprendere il valore della vaccinazione per prevenire la diffusione della malattia nelle sue forme più gravi. Proteggere i più vulnerabili è una responsabilità collettiva a cui tutti devono contribuire”, sottolineano le autorità sanitarie.

Al 2 giugno, 6 persone hanno ricevuto la prima iniezione e 176 persone hanno ricevuto la seconda.

Si ricorda che la vaccinazione è iniziata il 13 gennaio 2021.

Il tasso di vaccinazione della popolazione adulta (18 anni e oltre) a Saint-Martin è del 22%. _AF

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti