SOCIETÀ: L’edilizia abitativa e l’edilizia al centro delle preoccupazioni della FEDOM

0

Questo sabato 2 marzo, il Mouvement des Entreprises de France (Medef) Saint-Martin ha organizzato un seminario/colazione presso il liceo Daniella Jeffry sul tema dell'edilizia abitativa e dell'edilizia alla presenza di Hervé Mariton, presidente della Fédération des Entreprises des Estero (FEDOM) ed ex Ministro.

Come di consueto, la colazione incontro e dibattito ha offerto un buffet preparato dagli studenti della classe seconda del servizio Bac Pro e del corso CAP Cucina e Pasticceria del liceo professionale Daniella Jeffry di Concordia, sotto la direzione della preside Janine Hamlet. Gli studenti hanno offerto un'accoglienza cordiale e un servizio impeccabile, rafforzando così la loro già consolidata e meritata reputazione. Al tavolo dei funzionari, l'ospite speciale di questa edizione della colazione dei professionisti dedicata all'edilizia abitativa e all'edilizia, ovvero Hervé Mariton, ex ministro e presidente della FEDOM, Michel Vogel, presidente della FipCom-Medef di Saint-Martin , Vincent Berton, prefetto delegato delle Isole del Nord, Bernadette Davis, 2° vicepresidente della Comunità, Alain Richardson, in qualità di presidente di Semsamar, e Laurent Renouf, delegato generale della FEDOM. Sandrine Jabouley-Delahaye ha moderato il seminario, sempre fluido e impeccabile. In via introduttiva, Michel Vogel ha voluto sottolineare l'importanza di tenere conto della specificità geografica di Saint-Martin rispetto al territorio nazionale e della necessità di preservare la continuità territoriale di fronte a questioni cruciali come la doppia nazionalità insulare, l'indebolimento dell’equilibrio demografico, dell’edilizia secondaria, della scarsità di territorio, della mancanza di edilizia sociale, del problema dell’assicurazione o dell’adattamento degli standard produttivi locali, senza dimenticare le conseguenze dell’alto costo della vita e della disintegrazione degli acquisti di energia che aumentano il rischio di esclusione dei più poveri. I temi sono stati numerosi e affrontati con passione dai partecipanti, profondamente coinvolti nello sviluppo dei rispettivi settori. Per Hervé Mariton, che ha dimostrato il suo particolare attaccamento a Saint-Martin per aver assistito all'insediamento del primo prefetto nel territorio, dobbiamo “catturare meglio i bisogni e le richieste delle imprese per formulare proposte, validarle e legittimarle” . Consapevole della crisi globale che i settori dell’edilizia e dell’edilizia abitativa si trovano ad affrontare da diversi anni, Hervé Mariton ha sottolineato la sfida del risanamento: “Le nuove costruzioni sono importanti, ma lo sono anche le ristrutturazioni, tuttavia l’organizzazione dei settori e la tipologia delle imprese non prestarsi sempre alla riabilitazione.” Molto coinvolta nella questione delle specificità di ciascun territorio, la FEDOM sostiene l'adattamento al locale: “Non vogliamo necessariamente inventare un buffer RUP (Regioni ultraperiferiche ndr) ma poter utilizzare materiali che non necessariamente soddisfano le esigenze europee standard in condizioni da definire e assicurabili, con un’unità di compliance locale”. Continua nella nostra prossima edizione. _Vx

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti