Società: il che spiega la voce sul numero di morti dopo Irma

0

Se il bilancio ufficiale è di 11 morti, la voce ha riferito di migliaia di vittime.

Un team di scienziati nell'ambito del programma ANR TIREX ha indagato sulla voce dopo il passaggio dell'uragano Irma, nello specifico quella legata al numero di morti. Annabelle Moatty, Delphine Grancher, Clément Virmoux e Julien Cavero hanno cercato in particolare di capire come la voce sia nata, diffusa e soprattutto sia durata nel tempo nonostante le smentite delle autorità. Sono venuti a Saint-Martin due volte - nel novembre 2017 e nel novembre 2018 - e hanno parlato con una sessantina di persone. Hanno pubblicato il loro lavoro in un articolo su Geocarrefour.

 Ragioni che spiegano il bilancio umano di 11 morti

A Saint-Martin, il bilancio umano ufficiale è di undici morti. "Data l'entità del danno, il numero di vittime può sembrare relativamente piccolo ma può essere spiegato da vari fattori", ammettono gli scienziati. Questi includono la politica di prevenzione e la preparazione per il passaggio dell'evento, che ha fatto conoscere alle persone come proteggersi.

"Nelle interviste condotte durante le due missioni sul campo, le persone intervistate hanno affermato di aver fatto approvvigionamento di acqua e cibo, preso misure per proteggere il loro alloggio e, per alcuni, hanno evacuato con i parenti per essere migliore sicurezza ", dicono. "Le nostre indagini mostrano che la cinetica dell'uragano ha permesso ad alcuni di cambiare rifugio durante il passaggio dell'occhio e che le durate dell'immersione erano il più delle volte abbastanza brevi da poter sopravvivere lì", aggiunge loro.

Inoltre, ritengono che "il livello di sviluppo del territorio spiega anche questa valutazione. In effetti, l'accesso ai servizi sanitari è stato mantenuto, le risorse umane sono state impiegate per rafforzare le azioni di sicurezza delle persone e dei beni ”. Nonostante il disastro, l'ospedale è sempre stato operativo e i feriti in assoluta emergenza sono stati rapidamente evacuati in Guadalupa e Martinica in aereo o in navi doganali. Anche l'accesso ai medicinali è sempre stato possibile grazie ai dispensari della Croce Rossa. Ciò che, d'altra parte, non era il caso di Puerto Rico, dove il numero di morti indirette era molto alto dopo Maria (continua nella nostra prossima edizione).

 7,437 visualizzazioni totali

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: