SICUREZZA: esercitazione di evacuazione di emergenza dei passeggeri su vasta scala all'aeroporto di Ghent-Case

0

Mercoledì 10 maggio, l'aeroporto di Grand-Case ha effettuato un'esercitazione a grandezza naturale simulando un'evacuazione di emergenza dei passeggeri.

Questa esercitazione ha riunito una ventina di membri del personale aeroportuale, addetti alla sicurezza, vigili del fuoco, polizia di frontiera e vigili del fuoco della caserma di Savane.

Lo scenario simulava una fuoriuscita accidentale di sostanze chimiche da una porta lato volo della sala partenze. Quindici passeggeri, per lo più studenti, erano nella sala partenze in attesa di salire a bordo dell'immaginario volo Air Toxica 111.

Gli agenti di sicurezza e la polizia di frontiera (PAF) erano in servizio. Un 4x4 dei servizi tecnici dell'aeroporto trasportava un contenitore di acido solforico che accidentalmente è caduto dal veicolo e si è rovesciato a terra fuori dal gate di imbarco.

L'obiettivo era quello di mettere in pratica le procedure di primo soccorso e di evacuazione antincendio che il personale aeroportuale apprende durante il proprio addestramento. L'esercitazione è durata circa due ore e ha visto la partecipazione di tutti gli attori della sicurezza, dell'emergenza e della sicurezza. L'obiettivo era testare la reazione delle persone coinvolte in una situazione reale di questo tipo, così come quella dei passeggeri.

Queste esercitazioni di evacuazione consentono a dipendenti e passeggeri di familiarizzare con le procedure di emergenza, i percorsi di evacuazione e i punti di raccolta, in modo da poter reagire correttamente in caso di emergenza reale.

Fumi acidi hanno invaso la sala partenze. L'acido solforico è un prodotto tossico e pericoloso che produce fumi che causano gravi irritazioni al naso e alla gola e possono essere letali. I sintomi possono includere tosse, difficoltà respiratorie e pressione toracica.

I vigili del fuoco dell'aeroporto hanno ripulito la fuoriuscita di sostanze chimiche con acqua, mentre altri vigili del fuoco hanno evacuato le vittime dalla sala partenze e le hanno trasportate all'esterno dell'edificio per somministrare i primi soccorsi. Tra le vittime, una ha perso conoscenza e un'altra ha subito un arresto cardiaco.

L'ultima volta che un'importante esercitazione di questo tipo si è svolta in aeroporto è stata nel 2015.

"Considero l'esercizio un successo, ma ovviamente dobbiamo apportare miglioramenti nei diversi servizi, in termini di amministrazione del primo soccorso, ruolo del personale, coordinamento e comunicazione", ha affermato Sabrina Charville, responsabile della qualità e della sostenibilità, che ha curato l'esercizio per la società di gestione aeroportuale EDEIS. Ha detto che in futuro si terranno altri esercizi per testare le risposte alle situazioni di emergenza. _AF

 2,985 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: