Ricostruzione / Daniel Gibbs ricevuto al Palazzo dell'Eliseo da Emmanuel Macron!

2

Il presidente della Comunità, Daniel Gibbs, è stato ricevuto all'Eliseo, l'altro ieri, per fare il punto della situazione con il presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, alla presenza del ministro degli esteri, Annick Girardin.

Daniel Gibbs ha elogiato i significativi progressi ottenuti durante questo incontro con il Presidente della Repubblica: "Sulle richieste avanzate durante la sua visita a Saint-Martin, il Presidente della Repubblica ha mantenuto i suoi impegni, sono soddisfatto del punto che abbiamo fatto insieme martedì 30 gennaio ".

Tra gli annunci fatti, il presidente Macron si è impegnato a intervenire con gli assicuratori affinché i fascicoli di Saint-Martin in attesa di rimborso siano stati risolti il ​​1 ° marzo 2018. Questa spinta di pressione necessaria per la ripresa economica del territorio è stata fortemente anticipata da Il presidente Gibbs, che aveva richiesto questo incontro con il Capo dello Stato.

Il presidente Macron ha anche indicato che Saint Martin potrebbe beneficiare di 46 milioni di euro a titolo del Fondo di solidarietà (FSUE), una linea di credito che verrà assegnata direttamente al nostro territorio.

Il Capo dello Stato ha inoltre annunciato il trasferimento a Saint-Martin alla fine di febbraio-inizio marzo, di una delegazione interministeriale guidata dal Ministro per l'Oltremare. Questa delegazione, composta da diversi ministri, farà il punto della situazione e ribadirà gli impegni del Presidente della Repubblica.

"Sono soddisfatto delle risposte che mi sono state fornite, in particolare sul piano pluriennale di investimento e di recupero (PPIR) che stiamo elaborando, sul quale ci aspettiamo molto in termini di aiuti di Stato" , specifica il presidente della comunità. Questo piano sarà presentato alla prossima riunione interdipartimentale sulla ricostruzione (RIM) il 12 marzo.

"Siamo fuori dall'emergenza, ma stiamo facendo ogni sforzo per ricostruire San Martino dopo Irma", ha detto il Presidente della Repubblica dopo questa sessione di lavoro.

(Grazie a Nathalie Longato-Rey, direttore delle comunicazioni, ufficio del presidente Gibbs)

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

2 commenti

  1. Dubernardo 1 febbraio 2018 alle 06:58 Rispondi

    Buongiorno; Nessuna organizzazione per accogliere lavoratori che provengono dalla Francia metropolitana (parlo del mio caso), avevo selezionato Ent mentre ero in Francia, questi Ent promettono montagne e meraviglie e soprattutto stipendi sorprendenti (avevo un'offerta a 4500 euro netti !!!) questi stipendi sono come aspirapolvere che attirano bravi lavoratori come i burattini che inquinano i mestieri dell'edilizia. Alcuni capi Ent senza scrupoli e disonesti ne approfittano per lanciare gli operai che si presentano alla loro porta come dei kleenex! Avrei visto una sorta di "luogo di assunzione" dove i nuovi arrivati ​​che desiderano lavorare nella zona sarebbero accolti e indirizzati a Ent serio (ce ne sono alcuni ma dobbiamo risolverlo che richiede tempo, in nel frattempo siamo in hotel a 80 € / giorno!), con un follow-up della loro attività nell'arco di poche settimane. Una semplice bacheca con gli indirizzi dei proprietari che desiderano affittare la loro proprietà o camere per gli ospiti. Ma no, proprio niente ... Levati di mezzo! ! ! ! Grazie Saint Martin per la calorosa accoglienza. Firmato un anziano

  2. JLG H 6 febbraio 2018 alle 13:27 Rispondi

    Coesione sociale e aiuti agli indigenti?
    Da IRMA e MARIA, la Prefettura ha distribuito ai più “indigenti” una tessera da acquistare dai commercianti. Questa tessera è un supplemento che permette agli assistiti di avere una bella somma di denaro dai nostri cari contribuenti.
    Dal 5 di ogni mese queste persone, tutte di origine straniera, si mettono in fila all'ufficio postale di Marigot per raccogliere il jackpot mensile.
    Una volta ritirati i soldi dai contribuenti francesi, vanno a Global Transfert in rue du Général de Gaulle .... E Hop, i soldi vanno ad Haiti, Repubblica Dominicana, Giamaica e Dominica, ecc ...
    Tutte queste persone hanno un permesso di soggiorno di 10 anni, non lavorano e vivono sul suolo francese, saccheggiando legalmente denaro dalla Francia.
    Ferma il saccheggio della Francia!
    Nel frattempo, i francesi soffrono e non hanno niente!
    I soldi del CAF devono essere usati per comprare cibo ed educare i propri figli.
    Tutte queste persone che saccheggiano la Francia hanno una o più ville nei loro paesi, pagate con i soldi dei contribuenti francesi.
    Cosa stiamo facendo per fermare questo grave problema di coesione sociale?
    Questi soldi devono essere usati per la ricostruzione di Saint-Martin e non per lo sviluppo dei loro paesi. I francesi pagano le tasse per il benessere delle loro famiglie e dei loro figli e questa dovrebbe essere una priorità nazionale ...

    JLG H

Pubblica un nuovo commento