PORTO DI GALISBAY: chiusura della consultazione prima del progetto di ampliamento

0

Venerdì 12 aprile 2024 si è tenuto presso il CCISM l'incontro di consultazione pubblica sulla restituzione nell'ambito del progetto di estensione del porto di Galisbay. Uno sguardo alle preoccupazioni espresse dalla popolazione di Saint-Martin.

Il progetto di ampliamento del porto, che posizionerà meglio Galisbay come porto di trasbordo regionale e aumenterà la sua capacità di lavorazione interna, prevede la creazione di una tangenziale che ha suscitato una serie di reazioni da parte della popolazione sull’impatto ambientale: “Le attività economiche trarranno beneficio dalla tangenziale ” ha dichiarato Alain Richardson, 1° vicepresidente della Comunità, “si eviterà la presenza di camion nel centro cittadino per snellire il traffico, bisogna tutelare l'ambiente e al termine degli studi realizzati si forniranno soluzioni . Anche su questa deviazione saranno presenti piste ciclabili. Il porto e la parte posteriore (zona di trasformazione e ridistribuzione ndr) sono le due aree in cui l’agglomerato di Marigot potrebbe espandersi”. Il politico e Albéric Ellis, direttore dello stabilimento portuale, hanno voluto rassicurare la popolazione sui posti di lavoro diretti e indiretti legati al progetto di ampliamento, ricordando l'impegno della Comunità per l'utilizzo delle imprese locali e l'occupazione dei giovani, desiderio che non mancherà di figurano nel capitolato d'oneri del porto di Galisbay. Un'altra grande preoccupazione dei residenti di Saint-Martin, il trattamento dell'acqua potabile: “Abbiamo dato la garanzia che sarà fatto tutto per monitorare, controllare e minimizzare gli impatti grazie a dispositivi di protezione con indagini regolari del livello di torbidità (particelle che emergono e aumento durante il dragaggio ndr), le operazioni verranno interrotte se questo livello supererà una certa soglia” promette Albéric Ellis. Per la governance del porto di Galisbay, il primo vicepresidente della COM è stato molto fermo sul tema: “Non c'è rischio che questa infrastruttura diventi privata”. Dopo la chiusura definitiva della consultazione preventiva avvenuta il 1 aprile, la Commissione nazionale per il dibattito pubblico (CNDP) produrrà un rapporto a fine maggio 21 che sarà pubblicato online (vedi informativa). L'istituzione portuale e la Comunità di Saint-Martin tramite il suo consiglio territoriale avranno quindi due mesi per proporre misure adeguate sulla base delle raccomandazioni al fine di realizzare questo progetto di estensione tanto atteso dalla popolazione. Se tutto andrà secondo il programma teorico, i lavori per l’ampliamento del porto di Galisbay dovrebbero iniziare nel 2024. _Vx

Info: www.portdemarigot.com/extension

 569 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: