2024 Giochi olimpici: il sito Teahupo'o in Polinesia scelto per ospitare gli eventi di surf

0

La settimana scorsa, il Ministro delle Nazioni Unite, ha visitato la Polinesia francese, visitando il sito di Teahupo'o, selezionato dal consiglio di amministrazione come sito ospitante per gli eventi di surf dei Giochi olimpici del 2024 (CA) del Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paralimpici del 2024 (OCOG), il 12 dicembre.

Annick Girardin, così "fu in grado di scoprire per la prima volta la zona di competizione prevista e le onde cristalline di questo sito mitico che fa sognare milioni di surfisti in tutto il mondo", indica il ministero in un comunicato stampa.

Un vero tesoro d'oltremare, Tehuapo'o costituisce un campo di gara unico, situato sul territorio che ha visto nascere la pratica di questo sport. Fu poi scoperto dagli europei nel XNUMX ° secolo.

Allo stesso tempo è stato presentato al Ministro della Francia d'oltremare le strutture e le infrastrutture da realizzare per ospitare la competizione che sarà costruita in connessione con la popolazione, rispettando l'ambiente e garantendo lasciare un'eredità duratura per i polinesiani dopo la fine della competizione.

L'hosting di questo evento di surf rappresenta molte sfide per lo sviluppo della Polinesia in campo sportivo, turistico ed economico, in particolare attraverso la creazione di molti posti di lavoro.

Questo evento mondiale offrirebbe la Polinesia francese e i territori d'oltremare prima, durante e dopo la durata degli eventi una notorietà senza precedenti e contribuirebbe notevolmente ad aumentare la loro visibilità.

“I Giochi del 2024 potrebbero offrire alla Francia un'opportunità senza pari di scoprire sia la culla del surf che un sito mozzafiato. Che visibilità sarebbe per questo luogo leggendario! Accanto allo Stade de France e alla Torre Eiffel, Teahupo'o diventerebbe, ne sono convinto, un simbolo per i territori d'oltremare e per la Francia ”, ha dichiarato.

La candidatura di Teahupo'o deve essere convalidata il prossimo marzo dal Comitato Olimpico Internazionale.

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti