Gendarmeria: i gendarmi di Saint-Martin rendono omaggio ai loro confratelli morti nell'esercizio delle loro funzioni

0

Lunedì 28 dicembre, presso la caserma della Gendarmerie de la Savane, si è svolta una cerimonia in omaggio al tenente, Cyrille Morel, maresciallo, Rémi Dupuis e al brigadiere Arno Mavel, che hanno dato la vita per il trasporto. salvare una donna vittima di violenza domestica, la scorsa settimana, durante un intervento a Saint-Just (Puy-de-Dôme).

È stato osservato un minuto di silenzio, prima che suonasse l'inno nazionale, a seguire l'intervento del segretario generale della Prefettura, Mikaël Doré, alla presenza del presidente della comunità, Daniel Gibbs, del comandante della compagnia. della gendarmeria delle Isole del Nord, Stephan Basso e delle autorità civili e militari.

Il tenente Cyrille Morel, 45 anni, gendarme da oltre 20 anni, originario di Roanne, era sposato e padre di due figli. Il mandatario Rémi Dupuis, 37 anni, di Martigues (Bouches-du-Rhône) e gendarme dal 2007, era appena stato addestrato alla gestione della violenza domestica. Il brigadiere Arno Mavel, 21 anni, era appena stato ammesso al concorso per sottufficiali della gendarmeria e si era unito alla brigata nel 2018 per il suo primo incarico.

I tre soldati furono insigniti postuma della Legion d'Onore. Hanno anche ricevuto la medaglia della gendarmeria nazionale con palme di bronzo e livello di sicurezza interna d'oro.

Anche Arno Mavel e Rémi Dupuis furono decorati con la medaglia militare dell'Ordine al merito, avendo ricevuto in vita Cyrille Morel. _AF

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti