Ambiente: la messa a terra di Sargassum è ancora pianificata questa settimana a Saint-Martin

0

Secondo le immagini satellitari dal 6 all'8 maggio e nonostante la significativa copertura nuvolosa, è possibile vedere che i settori orientale, sudorientale e meridionale delle isole settentrionali sono relativamente carichi di zattere di sargassum più o meno sparse.

“Piccoli incagli si verificano casualmente sulle coste esposte al flusso orientale. Altri più o meno importanti si svolgeranno ancora nei prossimi quattro giorni”, indica Météo France nel suo bollettino del 9 maggio che stima “medio il rischio di arenamento delle alghe sulla costa di Saint-Martin”.

Per i prossimi due mesi, gli arrivi sulla costa dell'India occidentale dovrebbero essere ancora frequenti. “Le alghe rimangono molto numerose tra l'equatore e 4/5°N. Vengono trasportati nelle Indie Occidentali attraverso la Corrente della Guyana. A nord di 5°N, un minor numero di zattere avanza verso ovest verso le Indie occidentali. I vortici al centro dell'Atlantico li rallentano più o meno ", spiega Météo France.

La Collettività, che si occupa della raccolta del Sargassum sulle spiagge, specifica che "l'azienda responsabile del settore del molo Cul de Sac inizierà la raccolta questo mercoledì 11 maggio per l'allestimento del sito e la raccolta dei rifiuti e Giovedì per la rimozione delle alghe”. Il presidente Louis Mussington ha visitato il sito lunedì pomeriggio per valutare il sito.

 1,300 visualizzazioni totali, 4 visualizzazioni oggi

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

Articolo sponsorizzato da:


Nessun commento

Faxinfo declina ogni responsabilità per il contenuto pubblicato e non intende rispondere.

English EN French FR Spanish ES Dutch NL Italian IT