Elezioni territoriali: proseguimento delle risposte dei candidati alle domande dei socio-professionisti

0

Torniamo al Meeting degli Imprenditori organizzato da La Fédération Medef Fipcom St Martin e moderato da Sandrine Jabouley Delahaye e Fancesca Hunt mercoledì scorso alla Maison Gumbs. Le risposte condensate dei candidati alle elezioni territoriali riguardano qui sicurezza, ripresa economica e pianificazione regionale. Il tempo di risposta è stato di cinque minuti per candidato o compagno di corsa. 

 

Quale politica di sicurezza si potrebbe mettere in atto al fine, da un lato, di tutelare i cittadini e, dall'altro, di favorire la ripresa economica del territorio: attrattività di investitori, turisti, ecc.?

• Jules Charvilles – Romeo Piper (Generation Hope)

“Metteremo in atto la videosorveglianza e il dispiegamento delle forze di polizia territoriali al fine di ottimizzare la sicurezza dei cittadini, in particolare intorno alle scuole e al centro cittadino con una presenza dissuasiva. Stiamo inoltre studiando la realizzazione di una superpista per motociclette per dedicare uno spazio sicuro lontano dai centri abitati alla pratica di questo sport, che è molto amato da molti dei nostri giovani. Lavoreremo in collaborazione con associazioni e altre autorità competenti per realizzare un rifugio per animali. » 

• Jacques Hamlet – Rosette Gumbs Lake (Saint-Martin con te)

“L'insicurezza è diventata un grave problema a Saint Martin. I numeri parlano da soli. Le cause sono ormai note e meritano di essere considerate più seriamente. Sono i giovani la preoccupazione principale. Per combattere la precarietà bisogna giocare su due aspetti: la prevenzione, si tratta di agire sulle cause favorendo l'integrazione dei giovani attraverso lo sviluppo dell'educazione civica, e bisogna rivitalizzare il consiglio di sicurezza locale prevenzione della delinquenza di Saint Martin così che qui svolge pienamente il suo ruolo. »

• Valérie Damaseau – Jean-Raymond Benjamin (Alternativa 2022)

“Per i cittadini dobbiamo ammettere che è bello vivere a Saint Martin. In termini di debolezza, anche se non registriamo reati gravi, abbiamo spesso reati minori, per periodo, furti di auto o borse. In termini di opportunità, è importante reinstallare la videosorveglianza e un'illuminazione efficiente con rinforzo nelle aree turistiche. Con l'implementazione delle guide, quella che chiamo la 'pattuglia di sicurezza', con servizi civici durante l'alta stagione, identificabili con una specifica divisa "Chiedimi su SXM". »

• Daniel Gibbs – Marie-Dominique Ramphort (Team Gibbs 2022)

“È una competenza che spetta alla gendarmeria nazionale, ma come presidente della comunità ho sempre lavorato per un partenariato rafforzato con la giustizia e la gendarmeria in questo contesto. La videosorveglianza è ovviamente importante, vi ricordo che abbiamo avuto 120 mercatini che sono stati cancellati e che dovevano essere ripresi. CCTV era uno e presto sarà una realtà. Idem per l'illuminazione, che fa parte dei lavori che dal 2017 sono stati realizzati con la politica delle discariche di rete e che si concluderanno entro la fine dell'anno. »

• Yawo Nyuadzi – Sabrina Rivere (Avenir Saint-Martin)

“La sicurezza contribuisce all'armonia tra noi e la convivenza. A questo proposito, i nostri obiettivi sono chiari, dobbiamo prevenire la delinquenza, in particolare combattere l'abbandono scolastico, rafforzare l'identificazione della violenza intrafamiliare. Sì, è necessario installare più telecamere e pali della luce. Dobbiamo lavorare insieme attorno a una logica di sicurezza e prevenzione complementare. Mediazione in piazza, vicino a scuole, banche e negozi. Con tolleranza zero e supporto sistematico attraverso l'istruzione e misure correttive. »

• Louis Mussington – Alain Richardson (Rassemblement Saint-Martinois)

“Il tema della ripresa economica e della precarietà richiede una gestione della questione abitativa. Dovresti sapere che molte famiglie sono in povertà e disperazione sociale. L'alloggio è una competenza della comunità, ci avvicineremo alle varie agenzie che esistono nei vari ministeri per creare un Piano abitativo locale (PLH) e, in collaborazione con lo Stato, potremo intervenire nella ristrutturazione di alloggi antigienici e tetti danneggiati. Per la sicurezza, dobbiamo rafforzare la cooperazione tra la polizia territoriale e la gendarmeria. » 

 

Qual è la tua visione in termini di uso del suolo/servizi igienici e in particolare la tua strategia per quanto riguarda gli edifici fatiscenti, la pulizia dell'isola, l'illuminazione delle aree in tutti i distretti, ecc.?

• Valerie Damaseau – Jean-Raymond Benjamin

“In termini di aree urbane, digitalizzazione della rete dei trasporti pubblici, realizzazione di biglietteria online e una migliore offerta di trasporto, ovvero che oggi non esiste un trasporto che vada direttamente a Colombier, Orient Bay, Terres Basses, persino Oyster Pond. L'istituzione di una navetta marittima con lo sviluppo di zone di mini-attività ai moli. Lancio di bandi per progetti di economia circolare per una migliore gestione dei rifiuti. Installazione di due ulteriori centri di riciclaggio. »

• Daniel Gibbs – Marie-Dominique Ramphort

“Vogliamo sviluppare un'autentica politica abitativa di Saint Martin. A questo dovrebbe provvedere l'attuazione entro il 2023 del PLH (programma abitativo locale). In merito ai rifiuti, vi ricordo che il 1° luglio abbiamo votato all'unanimità il Piano territoriale per la prevenzione e la gestione dei rifiuti, questo piano lo metteremo a punto nei prossimi mesi. Per l'illuminazione bisogna andare oltre, nel 2022 e nel 2023 sono programmati più di 5.100.000 di euro per finalizzare l'illuminazione delle zone in tutti i quartieri. »

• Yawo Nyuadzi  – Sabrina Rivere

“Dobbiamo valorizzare il cuore economico in relazione all'attività turistica. Non può esserci prosperità economica se abbiamo aree di insalubrità. Devi insegnare sul campo, discutere con le persone per trovare soluzioni. Serve una vera volontà politica su certi distretti, è lunga ma bisogna prendersi il tempo per farlo. Distretto per distretto. Le alternative devono essere offerte. » 

• Louis Mussington – Alain Richardson

“La pianificazione territoriale è legata alla pianificazione digitale. La questione della fibra ottica sarà quasi alle spalle, quindi siamo in grado di creare "Smart SXM", un'isola connessa in modo che non ci sia più un digital divide. Per quanto riguarda le infrastrutture stradali, la deviazione della rotonda La Savane / Friar's Bay / La Savane / Agrément, avviata durante il precedente mandato e che verrà reinserita all'ordine del giorno. La tassa sulla rimozione dei rifiuti sarà riformata in particolare con la creazione di una Green Tax multiforme. » 

• Jules Charvilles – Romeo Piper

“Dobbiamo occuparci di servizi igienico-sanitari e pulizia in modo sostenibile. Negozieremo con la parte olandese un piano territoriale ottimale per il trattamento dei rifiuti industriali e sanitari. Promuoveremo l'installazione di un inceneritore per animali morti, lontano dalle case. Illuminazione pubblica sostenibile, in collaborazione con Stato ed EDF per ridurre l'impronta di carbonio e il peso dell'energia nel bilancio comunitario. Dispositivi a energia rinnovabile. Ristrutturazione e valorizzazione del molo Pinel. » 

• Jacques Hamlet – Rosette Gumbs Lake

“Abbiamo optato per lo sviluppo sostenibile, quindi per la tutela dei siti naturali e la valorizzazione della natura. Ciò richiede un'organizzazione più razionale dei servizi, l'educazione civica. Per facilitare questi compiti, proponiamo di studiare la possibilità di più comuni, strati comunali. Il livello comunale è quello più idoneo alla gestione dei rifiuti. Inizieremo uno studio di esperti sull'uso di Saint Martin. Chiederemo alla popolazione di decidere tramite referendum su questa nuova organizzazione. » 

Le risposte dei candidati alle ultime 3 domande con un tempo di risposta di due minuti ciascuna saranno riassunte e pubblicate nella nostra edizione del martedì.

 2,044 visualizzazioni totali, 8 visualizzazioni oggi

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

Nessun commento

Faxinfo declina ogni responsabilità per il contenuto pubblicato e non intende rispondere.

English EN French FR Spanish ES Dutch NL Italian IT