Edouard Philippe si recherà a Saint-Martin per l'inizio dell'anno scolastico di Tutti i Santi

0

L'uragano Irma ha devastato tutto sul suo cammino, comprese le scuole sull'isola di Saint Martin. L'obiettivo: una ripresa delle lezioni in condizioni normali sull'isola "all'inizio delle lezioni di Ognissanti". 

Il primo ministro Edouard Philippe ha annunciato mercoledì che farà il viaggio per questo inizio un po 'speciale dell'anno scolastico.

Fino ad allora, "gli scolari possono già essere accolti in un certo numero di istituti in modo ovviamente provvisorio dal 25 settembre", ha detto in una nota alla fine di un comitato interministeriale per la ricostruzione di Saint-Martin e Saint-Barthélemy.

95% degli edifici dell'isola interessati

Il capo del governo ha anche riferito della situazione a Saint Martin, di cui "178 persone" sono ancora "in alloggi di emergenza", affermando che il "BPC Tonnerre (che dovrebbe arrivare a Saint Martin domenica) consentirà "fornire soluzioni di scala senza precedenti per questo alloggio di emergenza".

Ha affermato che il 95% degli edifici sull'isola di Saint-Martin sono stati colpiti, incluso il 50% di "danni pesanti ma ritenuti riparabili" e il 25% di danni considerati "irrimediabili".

"Il lavoro" è già "impegnato dove l'edificio è recuperabile", ha assicurato il Primo Ministro.

Ma "l'urgenza è in qualche modo dietro di noi", ha stimato, insistendo sul "lavoro a lungo termine, ricostruzione, rinascita" ma avvertendo che "tutti devono assumersi la responsabilità, non possiamo considerare ricostruzione identica ”.

Edouard Philippe ha anche annunciato principalmente per Saint-Martin il congelamento dei debiti sociali e delle procedure controverse fino al 31 dicembre 2017, nonché il rinvio fino al 15 ottobre delle dichiarazioni di reclami causate dal passaggio dei cicloni Irma e José. E la Banca pubblica per gli investimenti (BPI) si impegnerà a garantire i prestiti concessi dagli imprenditori che vorrebbero reinvestire per la costruzione dell'isola, ha affermato il capo del governo.

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti