Virus Zika: possibili casi a Saint Martin 

0

La situazione epidemiologica del virus Zika nelle Isole del Nord riporta probabili casi clinicamente suggestivi. Negli ultimi mesi è stata istituita una sorveglianza rafforzata nelle Antille e nella Guyana.   

Sabato scorso l'Agenzia sanitaria regionale (ARS) della Martinica ha lanciato un allarme su una circolazione attiva del virus Zika: sono stati confermati 12 casi e 150 casi sospetti. Per quanto riguarda l'arcipelago della Guadalupa e le Isole del Nord, nessun caso di Zika è stato ancora confermato biologicamente, cita ARS Guadalupa / Isole del Nord. Tuttavia, sono stati identificati casi clinicamente suggestivi. “Sono stati prelevati campioni di sangue e urina. I risultati delle analisi sono in attesa, nota l'agenzia. Ci sono quindi due casi possibili in Guadalupa, tre a Saint-Martin e uno a Saint-Barthélemy ". La situazione epidemiologica di Zika nelle Isole del Nord corrisponde al livello 1c del programma di sorveglianza, allerta e gestione delle epidemie di arbovirus (Psage): nessuna circolazione virale indigena provata con circolazione virale in Martinica e Guyana.

Aggiornamento della malattia

Secondo l'Institute for Public Health Surveillance (InVS), "i sintomi sono caratterizzati da un'eruzione cutanea (eruzione maculopapulare, o anche prurito) con o senza febbre". Possono comparire altri segni: “Stanchezza, dolori muscolari e articolari, congiuntivite, mal di testa e dolore retroorbitale”. La malattia può anche essere caratterizzata da "sintomi che sono gravi o senza sintomi apparenti". Per quanto riguarda il trattamento, è “sintomatico e la guarigione avviene dopo pochi giorni nella stragrande maggioranza dei casi”. La trasmissione del virus è effettuata dalle zanzare appartenenti alla famiglia Culicidae e al genere Aedes, secondo l'istituto.

Caricamento in corso

Non ci sono commenti