Stupro di minore: non ha dimostrato il consenso della vittima

0

Fino a un anno fa, le vittime minorenni dovevano dimostrare di non aver acconsentito a una relazione sessuale per essere qualificata come stupro dai tribunali. Nell'aprile 2021, la legge è cambiata per proteggere meglio le vittime minori.

Un nuovo articolo del codice di procedura penale prevede ora che qualsiasi minore di età inferiore ai 15 anni che abbia una relazione sessuale con un adulto di almeno 5 anni in più non debba dimostrare il proprio consenso. Automaticamente il mancato consenso viene acquisito. Spetta all'autore dimostrare il contrario in tribunale.

Questo è ciò che ha fatto un uomo davanti alla Corte d'assise della Guadalupa all'inizio di maggio. L'individuo, un padre, è stato accusato di aver violentato ripetutamente un'amica della figlia, in questo caso una ragazza di 14 anni. I fatti si sono verificati a Saint-Martin nel corso dell'anno 2015. Durante i quattro giorni di processo, ha cercato di dimostrare che la ragazza era consenziente.

“Nonostante l'età dei fatti e le garanzie di reinserimento degli imputati, la Corte d'assise ha deciso di lanciare un segnale forte pronunciando una condanna a 5 anni di reclusione e ha preso atto dell'iscrizione al fascicolo degli autori di reati sessuali o violenti”, dichiarano i maestri Tillard e Hatchi, gli avvocati della vittima. E' stato anche pronunciato un mandato di ricovero, l'uomo è stato immediatamente incarcerato. (Soualigapost.com)

 1,213 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Fonte :

Soualiga Post: http://www.soualigapost.com/fr

Nessun commento

Faxinfo declina ogni responsabilità per il contenuto pubblicato e non intende rispondere.

English EN French FR Spanish ES Dutch NL Italian IT