Vita locale: un complesso temporaneo messo a disposizione di ristoratori e negozi sul lungomare di Marigot!

1

Gravemente danneggiato dall'uragano Irma, l'edificio pubblico che ospita 14 ristoranti tradizionali e negozi di souvenir sul lungomare di Marigot sarà presto distrutto per essere interamente ricostruito, come parte del nuovo sviluppo del lungomare di Marigot portato da Il presidente Gibbs e i suoi team, la cui prima fase inizierà nel 2020.

Al fine di consentire agli operatori di questa struttura di continuare la propria attività durante il periodo di lavoro, la Collettività ha deciso di costruire un complesso temporaneo composto da 22 container montati, sul lungomare, in linea con il mercato alimentare.

Questi contenitori attrezzati, ciascuno di 14 m2, beneficiano di tutti i collegamenti necessari (acqua - elettricità, ecc.). Sono costruiti su basi di 1 m e possono resistere a venti di 50 km / h, secondo le stime della società di controllo. Ogni ristorante ha una terrazza di 210 m40 che può essere arredata con i propri mobili e attrezzature da cucina. La piattaforma comprende 2 container distribuiti in 18 ristoranti, 14 bar, servizi igienici pubblici, tutti installati su un grande ponte di legno aperto sul lungomare, inoltre Collectivity ha installato 5 negozi e un ufficio di controllo.

La comunità ha scelto un colore neutro per i contenitori, grigio e legno. Gli operatori saranno in grado di iniziare la loro installazione in ottobre e potranno scegliere il colore dei loro mobili (tavoli, sedie e ombrelloni) per dare colore.

Per Isabelle Gorizia, direttrice del Polo ingegneristico comunitario, "anche se si tratta di strutture temporanee, la Comunità ha voluto realizzare una costruzione esemplare e sostenibile".

"Questa piattaforma è stata costruita nel rispetto delle norme edilizie vigenti, con l'utilizzo di materiali innovativi (illuminazione pubblica - tutte le costruzioni in alluminio)".

È stato un desiderio del presidente Daniel Gibbs e del suo vicepresidente Steven Patrick, che voleva che gli operatori, che avevano atteso due lunghi anni, fossero in grado di lavorare in un ambiente piacevole e funzionale e con gli standard in vigore.   

La demolizione e la ricostruzione dell'edificio originale richiederà diversi mesi (controllo dell'amianto - demolizione - ricostruzione), ed è stato

essenziale per la Comunità che gli operatori possano lavorare in buone condizioni per tutta la durata di questi lavori.

L'apertura di questo nuovo "villaggio" turistico è prevista per novembre 2019.

Sia Saint-Martinois che i visitatori avranno a disposizione un mercato particolarmente ben fornito, composto da ristoranti tradizionali, bar, negozi e, nella estensione di questo nuovo complesso, un mercato alimentare (carne, pesce, frutta e verdura ) e il mercato dell'artigianato dall'altra parte.

La costruzione di questi contenitori equipaggiati e decorati con rivestimenti in legno, è stata eseguita secondo standard ad alta pressione dal fornitore di servizi Mobile Construction, su un progetto disegnato da Architectural Studio. Il costo complessivo di questo appalto pubblico è stato di € 972.

La Collettività ha anche programmato l'abbellimento del ponte, con piante verdi, prima dell'inizio della nuova stagione turistica.

 7,889 visualizzazioni totali

A proposito dell'autore

1 commento

  1. Alain schmitt 2 ottobre 2019 alle 07:57 Rispondi

    Un po 'caro per i proiettili spinti da venti superiori a 210 km / h come lo erano quelli dell'IRMA.
    Per fortuna questa spesa di 972 euro include spero il loro smantellamento visto che sono solo locali temporanei che potrebbero non uccidere nessuno dopotutto ..?

Pubblica un nuovo commento

%d ai blogger piace questa pagina: