Sociale: l'Associazione Trait d'Union rafforza la sua squadra

0

Un secondo avvocato, Vaïté Redolat, si è unito all'associazione di sostegno alle vittime di Saint-Martin il 1 ° marzo.

Trait d'Union sviluppa le sue missioni e accoglie sempre più vittime di reati. "Grazie ai finanziamenti del ministero francese d'oltremare, siamo stati in grado di reclutare un ulteriore avvocato per soddisfare la crescente domanda" spiega Olivier Fatou, presidente e direttore dell'associazione.

Per dare una mano a Sibel Aydin, avvocato e vicedirettore, Vaïté Redolat è quindi entrato a far parte del team del Trait d'Union il 1 ° marzo. Titolare di master in criminologia e tutela internazionale dei diritti umani, il trentenne ha già una solida esperienza professionale. Ha lavorato come assistente socio-giudiziario in un'associazione per aiutare le vittime in Savoia. "Ero responsabile della sezione" autori ", spiega Vaïté Rédolat, che ha poi svolto personalità e indagini sociali per il giudice per gli affari familiari, ha condotto stage e ha agito in qualità di delegato del pubblico ministero.

Dopo una parentesi nel turismo in Bolivia, dove ha perfezionato il suo spagnolo, la giovane donna è poi tornata alla sua professione principale e ha insegnato diritto generale agli studenti BTS mentre allo stesso tempo conduceva sondaggi sulle personalità come indipendente per l'APCARS (Association for Applied Criminal Policy and Reintegrazione sociale) a Parigi. Consigliera municipale del comune di Publier in Alta Savoia, è stata anche incaricata di eseguire una diagnosi di sicurezza locale.

“Ho incontrato Olivier Fatou durante un corso di formazione in giustizia riparativa organizzato dalla federazione France Victimes nel marzo 2020  e gli ho chiesto se c'era un lavoro per me a Saint-Martin ”, spiega Vaïté Redolat. Il suo profilo corrispondeva alle esigenze del Trait d'Union, motivo per cui pochi mesi dopo, stanziati i budget, l'associazione ha deciso di proporgli un contratto di un anno a tempo determinato part-time. Lei, che non conosceva Saint-Martin, è partita poi per un'avventura, accompagnata dal marito e dai suoi due figli.

Le sue missioni sono quelle del Trait d'Union: ascoltare, fornire informazioni e, se lo desiderano, sostenere le vittime di reati. Il nuovo avvocato accoglie così le vittime presso la sede dell'associazione, nonché presso le hotline e i punti di accesso alla legge il lunedì nel Quartier d'Orléans e il martedì a Sandy Ground. Accompagna inoltre le vittime seguite dall'associazione alle udienze correzionali del tribunale giovedì, così come venerdì durante le apparizioni immediate. (Soualigapost.com)

 4,435 visualizzazioni totali, 11 visualizzazioni oggi

Articolo sponsorizzato da:


A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: