Regolamento / Mense scolastiche, ristoranti: dal 1 marzo va indicata l'origine di tutta la carne servita!

0

L'obbligo di etichettare l'origine delle carni servite nella ristorazione fuori casa diventerà obbligatorio il 1er marzo prossimo con decreto del 27 gennaio. Tale provvedimento è il risultato di una lunga procedura, in particolare legislativa, avviata dagli Stati Generali sull'Alimentazione condotta nel 2017.

Dagli Stati Generali del 2017 e dai lavori parlamentari che ne sono seguiti nell'ambito della legge Egalim del 2018 era emerso il tema dell'origine della carne nella ristorazione fuori casa. Nel 2019 il Governo ha quindi avviato la consultazione con i professionisti dell'agricoltura e della ristorazione e le associazioni dei consumatori su uno schema di decreto volto a rendere obbligatoria l'etichettatura dell'origine delle carni servite nella ristorazione fuori casa al fine di rafforzare le informazioni a disposizione dei consumatori.

Pertanto, dal 1° marzo 2022, deve essere indicata l'origine delle carni (suino, pollame, agnello, montone) servite in tutta la ristorazione fuori casa (mense, ristoranti, ristoranti aziendali), così come avviene per la carne bovina in quanto 2002. L'etichettatura dell'origine della carne deve menzionare il paese di allevamento e il paese di macellazione, sia che si tratti di carne fresca, refrigerata, congelata o surgelata.

Questo nuovo obbligo risponde alle forti aspettative dei consumatori in merito a trasparenza e tracciabilità sull'origine dei prodotti che consumano. 

Se le informazioni sull'origine della carne erano già state fornite ai consumatori nei supermercati e nelle macellerie, solo quella sull'origine della carne era fino ad allora obbligatoria nella ristorazione fuori casa. Questo nuovo regolamento permette di estendere l'informazione alle carni suine, ovine e avicole.

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti