POLITICA: Frantz Gumbs fa il punto sulla sua posizione di deputato (2/2)

0

Come previsto nella nostra precedente edizione, lo scorso venerdì 12 gennaio, Frantz Gumbs ha invitato la popolazione di Saint-Martin a partecipare alla sua valutazione dopo un anno e mezzo come deputato di Saint-Barthélemy e Saint-Martin. Ecco il resto del suo intervento.

Particolarmente consapevole delle specificità e delle esigenze del suo collegio elettorale, Frantz Gumbs ha continuato a presentare i suoi risultati nei settori dell’autonomia energetica e alimentare, della giustizia e persino degli interessi degli stranieri nel bilancio statale: “Ci sono soldi all’estero, ma i soldi europei no speso. Il motivo è che i paesi d’oltremare non hanno le competenze per avviare progetti e portarli avanti, lo Stato deve sostenere i paesi d’oltremare con l’ingegneria”, spiega Frantz Gumbs. Dopo un anno e mezzo, il nostro deputato intende continuare il suo lavoro nell'Assemblea nazionale per far esistere i territori di SBH e SXM. Frantz Gumbs ha concluso il suo intervento con gli auguri per l'anno 2024: “Mi auguro che le forze vive del territorio, siano esse politiche, associative o economiche, dimostrino energia, determinazione e saggezza per contribuire a vivere meglio, e che partenariati costruttivi con lo Stato i servizi e i nostri vicini vengono rafforzati nel rispetto delle prerogative di ciascuno. È realizzabile e se sarà realizzato avremo fatto un altro passo verso il raggiungimento di un territorio di eccellenza che sogno”. Le domande e le risposte del pubblico hanno permesso al deputato di tastare il polso del deputato sulla composizione del nuovo governo di Gabriel Attal: “Credo nelle richieste degli altri. Il Primo Ministro scelto dal Presidente (Emmanuel Macron ndr) mi sembra, nonostante la sua giovinezza, di grande lucidità, è riuscito in breve tempo a ristabilire un clima di fiducia tra il personale educativo nazionale e il governo in 6 mesi. È una persona molto intelligente che impara velocemente, ci fidiamo di lui. La mia opinione personale è che ci sono opposizioni molto forti a destra e a sinistra, non è meglio ma nemmeno peggio”. Quanto al ministro delegato responsabile per i territori d'oltremare, il deputato Frantz Gumbs non sa se ce ne sarà uno: “Il desiderio di questo nuovo governo è quello di essere un governo più compatto, quindi con meno ministri delegati”. Se Philippe Vigier, successore di Carenco, non occupa più la carica di Ministro delegato per i Territori d'Oltremare, speriamo che Gérald Darmanin, che unisce le funzioni di Ministro dell'Interno e dei Territori d'Oltremare, riesca a dedicare equamente tempo ai problemi dei territori d'oltremare . La futura nascita delle prefetture a pieno titolo di Saint-Barthélemy e Saint-Martin renderà tuttavia più semplice prendere decisioni per i due territori. L'incontro pubblico del deputato Frantz Gumbs si è concluso con un drink amichevole. _Vx

 986 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: