NAUTISMO: Apertura di una piscina a Sandy-Ground prevista tra un anno

0

Il progetto è guidato dal centro nautico di Saint-Martin e sostenuto dal DRAJES, dalla Prefettura e dalla Collettività.

Consentire ai bambini di imparare a nuotare è stata l'ambizione per diversi anni di Bülent Gülay, presidente del centro nautico Saint-Martin. Questa ambizione è tanto più legittima dato che quasi l'80% dei bambini non padroneggia il "saper nuotare" a livello locale. Il motivo principale è la mancanza di attrezzature.

Questa mancanza, Marc Fabre de la Drajes* a Marigot, se ne accorse anche quando arrivò sull'isola quattro anni fa. Così, quando i due uomini si sono incontrati, hanno unito le forze e hanno lavorato insieme al progetto di una piscina fuori terra per imparare a nuotare, lunga 30 metri e larga 12.

Inizialmente, Bülent Gülay e Marc Fabre cercarono un terreno per allestire il bacino. "Dopo molte ricerche, un pezzo di terra a Sandy Ground ci è sembrato il luogo ideale", spiegano i due uomini. Proprio il terreno non occupato vicino alla residenza Anse des Sables. "Si tratta di un appezzamento di terreno privato situato in una zona prioritaria, vicino a molte scuole con accesso diretto al mare", sottolineano i due uomini.

In secondo luogo, Bülent Gülay e Marc Fabre hanno lavorato per soddisfare un altro vincolo, questo di natura urbanistica. “Siamo nella zona rossa del PPRN e non abbiamo il diritto di costruire. Abbiamo quindi optato per una struttura completamente smontabile e smontabile. È un progetto innovativo e unico nei Caraibi”, precisa Bülent Gülay. 

Il perimetro del bacino sarà materializzato da vasche di raccolta delle acque che saranno ricoperte da uno spesso ed impermeabile rivestimento. “Avremo 90 carri armati. Ripieni, peseranno una tonnellata ciascuno. E, in caso di ciclone, possiamo svuotare i serbatoi e rimuoverli. Lo smantellamento del bacino richiederà due giorni”, descrive il presidente del centro nautico. Intorno alla piscina sarà posizionato un ponte in legno per “permettere ai bagnini di esercitarsi in condizioni ottimali”.

Il bacino sarà riempito con acqua di mare fino a un'altezza di 1 metri.“Possiamo ridurre il livello a 10 cm per praticare altre attività acquatiche come il paddleboarding o il kayak. Stiamo anche installando un sistema che crea un'onda, questo permetterà ai giovani di conoscere in particolare il surf", aggiunge Bülent Gülay.

Questo progetto avrà per prima vocazione l'accoglienza degli alunni delle scuole; il nuoto sarà integrato nel curriculum scolastico. La seconda vocazione sarà quella di aprire il bacino al grande pubblico al di fuori dell'orario scolastico. Quindi chiunque desideri nuotare o allenarsi può andarci. Il circolo nautico prevede inoltre di stringere convenzioni con le associazioni per concedere loro un accesso privilegiato. Anche gli anziani o altre persone possono partecipare a un programma di benessere nell'ambiente acquatico. “Il club sarà affiliato alla federazione francese di nuoto, che consentirà di partecipare al sistema Pass'Sports e di offrire abbonamenti ai giovani a tariffe agevolate”, aggiunge il suo presidente.

Di recente, durante una visita in loco, Bülent Gülay e Marc Fabre hanno presentato il progetto al prefetto Vincent Berton e al presidente Louis Mussington che hanno espresso il loro desiderio di vedere questo progetto concretizzarsi e hanno assicurato al centro nautico il loro sostegno.

Il progetto (investimento e operazione) sarà finanziato da fondi pubblici (statali ed europei), anche la COM dovrebbe contribuire all'operazione. Genererà tre posti di lavoro diretti di bagnino non appena la piscina aprirà "e un aumento di potenza negli anni precedenti a seconda della presenza".

La costruzione dovrebbe iniziare all'inizio del 2023 e durerà circa sei mesi.

* Delegazione accademica regionale per i giovani, l'impegno e lo sport (DRAJES).

 1,486 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Fonte :

Soualiga Post: http://www.soualigapost.com/fr

Nessun commento

Faxinfo declina ogni responsabilità per il contenuto pubblicato e non intende rispondere.

English EN French FR Spanish ES Dutch NL Italian IT