MICRO-SIDEWALK: Come giudica lo stato della viabilità?

0

Saverio Chabot (Presidente dell'associazione Bip Bip Coyote Antilles-Guyana)

“Lo stato della rete stradale è la battaglia quotidiana dell’associazione Bip Bip Coyote. Le strade degradate portano inevitabilmente a rallentamenti o deviazioni pericolose per evitare le numerose buche esistenti ovunque. Avvisiamo tutti questi pericoli segnalandoli con una bomba fluorescente affinché i servizi tecnici della Comunità intervengano a riempire le buche e altro il più rapidamente possibile! Nel 2022 è stato ancora fatto un buon lavoro in termini di riparazione della rete stradale. Ora è necessario un migliore monitoraggio nelle diverse aree utilizzate ogni giorno dagli utenti della strada. Molte buche vengono riempite in fretta e non resistono a lungo alle intemperie e agli effetti del traffico. I ripetuti guasti alla rete di approvvigionamento dell'acqua potabile non aiutano a nulla. Devi sempre rompere e riempire. È una sequenza infinita. Ci vengono chieste adeguate verifiche tecniche salvo che lo stato delle strade non sia finalizzato a migliorare lo stato dei veicoli. Tutte le parti interessate devono agire collettivamente per la sicurezza di tutti. Salvare una vita non ha prezzo. Questo è il filo conduttore dell’associazione Bip Bip Coyote.”

Eric Hélan (Presidente del Comitato ciclistico territoriale di Saint-Martin)

“Se parlo come presidente del Comitato ciclistico territoriale di Saint-Martin, devo ammettere che alcuni tratti di strada sono pericolosi per il ciclismo. I lavori realizzati in diverse località dell'isola per il collegamento sotterraneo della fibra ottica richiedono spesso il riempimento di buche e il rifacimento del manto stradale. D'altra parte, questo lavoro è necessario per evitare rischi climatici, soprattutto pochi giorni prima dell'inizio del periodo degli uragani. La creazione di piste ciclabili non è possibile a causa della mancanza di spazio sulle strade e dei costi finanziari. Per il momento non è stata trovata alcuna soluzione duratura. Spero di poterne discutere presto con il presidente della COM. Per ora automobilisti e ciclisti sono ancora costretti a condividere la strada. Con tutti i rischi che ciò comporta”.

Celine Bodrefeaux (commerciante)

“Non voglio giri di parole, alcuni tratti della strada sono in uno stato pietoso. Non capisco perché non si faccia nulla in modo tempestivo per la sicurezza degli utenti della strada. Per finire, alcune sezioni non sono illuminate di notte. Una cosa è certa: devi essere sempre molto vigile per evitare una caduta o un incidente. Da quattro anni guido un quad. Mi sento come se fossi su un trampolino e non su una strada degna di questo nome. Devo costantemente evitare buche di ogni genere che mi costringono a deviazioni pericolose. Quando piove, non mi sento affatto sicuro su alcuni tratti della strada, soprattutto di notte! Preferisco mettere i miei avvertimenti per essere più visibile agli automobilisti. È giunto il momento che i servizi COM incaricati delle riparazioni stradali agiscano per la sicurezza di tutti! » _AF

Caricamento in corso

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti