...

L. Mussington: NO al controllo di frontiera, SÌ alla cooperazione in materia di prove

0

Il leader dell'opposizione nel Consiglio territoriale Louis Mussington ha parlato mercoledì, criticando la recente decisione del vice capo di Stato Sylvie Feucher di riprendere il controllo delle frontiere a causa dell'aumento dei casi COVID-19 su entrambe le parti del mondo. 'Isola

Ha definito la decisione un affronto ai valori e ai principi del Trattato di Concordia (1648), all'unità e alla libera circolazione delle persone, aggiungendo che le restrizioni alle frontiere di giugno hanno causato una serie di grattacapi amministrativi che frustrato la popolazione.

“Non sono convinto che chiudere il confine sia una soluzione; è una decisione autoritaria che non rispetta l'unità, l'unicità e la coesione sociale che esistono tra le due sponde dell'isola ”, ha dichiarato. “Dobbiamo tornare a un atteggiamento molto più coscienzioso nei confronti dell'allontanamento sociale, indossare maschere e lavarsi le mani. Abbiamo abbassato la guardia, quindi i protocolli devono essere rafforzati. L'abbiamo fatto l'ultima volta e possiamo rifarlo ”.

Ha detto che sebbene il numero di casi in Europa sia in aumento, le frontiere non sono chiuse lì. “Il confine tra Francia e Paesi Bassi è aperto, quindi perché chiudere il confine tra Saint-Martin e Sint Maarten? Non sono d'accordo con questa decisione ”.

Il signor Mussington ha affermato che sarebbe molto più efficace espandere i test all'aeroporto internazionale Princess Juliana (PJIA) e fare in modo che i due governi dell'isola finanzino un rigoroso programma di test di massa. La Delegata Prefetta Sylvie Feucher ha recentemente indicato che non è possibile eseguire un secondo test dopo sette giorni.

“Ci vorrebbe uno sforzo combinato, una cooperazione congiunta sui test in modo che entrambe le parti possano trarne vantaggio. I rispettivi dipartimenti sanitari dovrebbero fornire il servizio necessario per un corretto test. Parigi e L'Aia dovrebbero fornire le attrezzature necessarie. Una parte non deve agire e l'altra no. I protocolli di ingresso devono essere molto rigidi e ogni caso positivo deve essere rispedito nel suo Paese sul volo di ritorno ”.

 

Caricamento in corso

Non ci sono commenti