AMBIENTE: Sargassum, sargassum, il ritorno...

0

Sono passati ormai diversi giorni da quando i banchi di alghe brune sono ricomparsi a Saint Martin. Con grande dispiacere della gente del posto e dei turisti.

Vero flagello che inonda ogni anno le spiagge di Saint-Martin, il sargassum è un'alga bruna della famiglia delle Sargassaceae, la cui prima ondata di insediamenti ha colpito la zona caraibica nel 2011, e questo senza precedenti. Grazie alle immagini satellitari e al principio del telerilevamento, è stato dimostrato che un'enorme quantità di piante galleggianti, presumibilmente del genere Sargassum, è nata al largo delle coste del Brasile e che l'estensione di questa popolazione ha raggiunto, nel luglio dello stesso anno, la costa africana a est e le Piccole Antille e i Caraibi a ovest. Nessuna relazione quindi con il Mar dei Sargassi, area situata nell'Oceano Atlantico settentrionale. Se sulle nostre coste i depositi costieri superano talvolta il metro di spessore, i banchi di alghe intrappolano le tartarughe marine impedendo loro di venire a deporre le uova sulle spiagge e riempiendo l'aria di un fetore che incide sulla salute e sulla qualità della vita, molti la gente del posto lamenta spesso irritazione agli occhi, mal di gola o addirittura nausea, sintomi causati dall'acido solfidrico che può bloccare la respirazione cellulare al di sopra di una certa concentrazione. Nuotare nelle rive del Sargassum è fortemente sconsigliato perché può causare prurito alla pelle, si consiglia sempre di risciacquare con acqua dolce per i più sensibili a questo tipo di reazione dermatologica. Il fenomeno dei banchi di sargassum ha conseguenze drammatiche sulla pesca e sul turismo. Nonostante il dispiegamento di sistemi di raccolta in mare e barriere anti-Sargassum, la raccolta di queste alghe richiede una grande forza lavoro, mezzi finanziari e interventi regolari. 

Il problema è ricorrente nel territorio di Saint Martin. Sargassum si estende dalla costa dell'India occidentale fino a 600 km al largo, dal sud delle Barbados fino ad Antigua. Nonostante un ottimista bollettino della Delegazione per l'Ambiente, l'Urbanistica e l'Abitazione sulle isole settentrionali, dato l'inizio della stagione, che va solitamente da aprile a fine agosto, quest'anno dovrebbe essere ancora molto o addirittura troppo produttivo. Orient Bay è già notificato sulla piattaforma Sargassum Monitoring (vedi Info). Speriamo che la Collettività prenda le misure necessarie per rimuovere il sargassum già presente prima che il fenomeno peggiori. _Vx

Info: Per seguire in tempo reale l'evoluzione delle spiagge impattate dalla presenza di Sargassum, consultare la piattaforma https://sargassummonitoring.com

 3,403 visualizzazioni totali, 6 visualizzazioni oggi

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

Articolo sponsorizzato da:


A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: