Ambiente: il riscaldamento globale sta influenzando il corallo caraibico

0

Gli scienziati si stanno mobilitando per prevenire la diffusione delle malattie dei coralli in Florida, al largo di St. Thomas nelle Isole Vergini degli Stati Uniti, nonché nelle acque di St. Martin e dintorni.

La malattia della perdita di tessuto sassoso nei coralli, scoperta per la prima volta in Florida nel 2014, provoca la morte dei coralli. Questa malattia inizia con macchie bianche, che invadono il corallo e che uccidono tra il 66 e il 100% delle specie infette. Si stima che questa malattia abbia portato al declino di oltre il 40% dei coralli nelle Upper Keys della Florida tra il 2013 e il 2018.

All'inizio del 2019, la malattia è stata scoperta per la prima volta vicino alle Isole Vergini americane e si sta diffondendo rapidamente a un ritmo di pochi centimetri al giorno. Dalla sua scoperta in Florida, gli scienziati ritengono che la malattia abbia colpito quasi 390 km000 di scogliere. La malattia della perdita di tessuto sassoso nei coralli è stata identificata anche al largo delle coste di Saint Martin, Isole Turk e Caicos, Repubblica Dominicana, Messico e Giamaica.

Gli scienziati stanno lavorando per identificare l'agente patogeno responsabile della perdita di tessuto, caratterizzare meglio la trasmissione della malattia, comprendere i modelli di diffusione attraverso la barriera corallina e gli impatti generali della malattia. Si ritiene che i coralli siano più sensibili alle malattie a causa delle temperature più calde dell'acqua causate dal riscaldamento globale. _RM

 6,667 visualizzazioni totali

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: