AMBIENTE / Fine della stagione degli uragani 2022: risultati al di sotto delle previsioni annunciate

0

Mercoledì 30 novembre 2022 ha segnato ufficialmente la fine della stagione degli uragani del 2022 nel bacino atlantico. La stagione iniziata il 2 giugno è stata contrassegnata da 17 fenomeni tropicali. Un bilancio al di sotto delle previsioni annunciate a inizio stagione. Per la prima volta dal 1997, ad agosto non si è verificato alcun fenomeno tropicale. La maggior parte dell'attività degli uragani si è concentrata nei due mesi di settembre e ottobre.

 

Ian, Fiona, Julia: fenomeni notevoli

Il grande uragano IAN è stato di gran lunga il più devastante. Nella fase dell'uragano, ha colpito prima Cuba occidentale, poi la Florida e infine la Carolina del Sud. Classificato come un grande uragano di categoria 4 quando è passato sulla Florida, il fenomeno ha avuto conseguenze catastrofiche. Si stima che l'uragano abbia ucciso 148 persone e generato danni per oltre 65 miliardi di dollari.

FIONA, primo grande uragano della stagione, ha colpito prima la Guadalupa come tempesta tropicale, poi Porto Rico e la Repubblica Dominicana come uragano di categoria 1. Questo è il fenomeno eccezionale di questa stagione per le Indie occidentali francesi.

Giulia, il fenomeno avendo avuto una traiettoria molto a sud nel Mar dei Caraibi, ha sfiorato le coste del Venezuela, Colombia poi è atterrato sulle coste del Nicaragua nella fase di un uragano di categoria 1. Le forti piogge che si sono riversate hanno avuto conseguenze importanti in America centrale. Secondo Météo-France, più di 90 persone sono morte nel suo passaggio.

 

E sull'arco caraibico, e in particolare sui territori francesi?

Due fenomeni:

CONTE. All'inizio di settembre, un'onda tropicale attiva si sta avvicinando all'arco dei Caraibi settentrionali. Si è evoluto rapidamente durante la notte tra il 02 e il 03 settembre, il che gli è valso la classificazione di tempesta tropicale e il battesimo di Earl. La sua traiettoria lo porterà a circolare un centinaio di chilometri a nord di Saint-Martin e Saint-Barthélemy, che saranno in allerta arancione. Le conseguenze su queste isole rimarranno moderate con raffiche di vento che non supereranno i 90 km/h.

FIONA. Il fenomeno sorprendente di questa stagione degli uragani del 2022 per le Indie occidentali francesi è ovviamente FIONA. Il centro del sistema ha circolato sull'estremo nord della Guadalupa all'inizio della notte dal 16 al 17 settembre, riversando su questo dipartimento piogge torrenziali, che hanno battuto i record in molte stazioni di pioggia. In Guadalupa, la tempesta Fiona ha causato un morto e danni ingenti.

FIONA non è quindi un uragano, tappa che raggiungerà 36 ore dopo nel Mar dei Caraibi, il che dimostra, se fosse ancora necessario, che una semplice tempesta tropicale come FIONA era in questo momento, può essere accompagnata da piogge eccezionali e generare disastrose conseguenze. _AF

 

Valutazione complessiva in cifre:

17 fenomeni tropicali in totale, tra cui:

– 1 potenziale sistema ciclonico

– 2 depressioni tropicali

– 6 tempeste tropicali

– 8 uragani inclusi 2 uragani maggiori FIONA e IAN entrambi di categoria 4.

 5,175 visualizzazioni totali, 10 visualizzazioni oggi

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: