ISTRUZIONE: la prima città educativa a Saint-Martin

0

Nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Collège du Mont des Accords, i funzionari hanno annunciato il lancio della Città Educativa che sarà attiva dal prossimo settembre.

Grande prima nel territorio di Saint Martin, la Città Educativa è un progetto congiunto tra Rettorato, Prefettura e Collettività a seguito del bando dell'Agenzia Nazionale per la Coesione Territoriale. Per presentare questo dispositivo che mira a intensificare l'assistenza educativa dei bambini dai tre anni e dei giovani fino ai 25 anni: Michel Sanz, capo del Servizio nazionale per l'istruzione di Saint-Barthélemy e Saint-Martin e assistente del rettore dell'Accademia della Guadalupa, Vincent Berton, prefetto delegato al rappresentante dello Stato nelle comunità di Saint-Barthélemy e Saint-Martin e Louis Mussington, presidente della Comunità. I tre uomini erano accompagnati da David Desiage, preside del Collège du Mont des Accords ed eletto leader della città educativa. Kathy Africa, insegnante di inglese al Collège du Mont des Accords, agirà come responsabile operativo del progetto al fine di coordinare le azioni. Una città educativa è un programma che crea un'alleanza tra tutti gli attori educativi che operano nei quartieri prioritari della politica cittadina, ovvero i servizi dello Stato, della Comunità, delle associazioni, dei genitori, dei bambini e dei giovani. Avendo ottenuto il marchio di eccellenza nell'ambito del Comitato Interministeriale per la Città alla fine dello scorso gennaio, la Città Educativa di Saint Martin non ha precedenti nel suo genere con azioni educative prima, durante, intorno e dopo l'ambiente scolastico. 

L'ambizione e la strutturazione del progetto si basano sulle specifiche esigenze del territorio in termini di prevenzione della criminalità, sostegno alla prima infanzia e alla genitorialità, accesso alle strutture culturali e sportive e inclusione digitale. Concretamente, la Città Educativa di Saint-Martin sarà portata avanti dal collegio Mont-des-Accords e il suo ambito di azione comprende il quartiere prioritario di Sandy Ground, gli studenti della scuola superiore professionale e i giovani sotto i 25 anni di Concordia, Agrément, St-James, Hameau-du-Pont, Grand-Case e Cul-de-Sac, ovvero quasi 10 bambini e giovani, a scuola o meno. Il sistema beneficerà di risorse finanziarie proprie dello Stato con una dotazione di 000 euro all'anno su un periodo di tre anni, per un totale di 300.000 euro. Tre assi tracciano la linea direzionale della Città Educativa: rafforzare il ruolo della scuola, promuovere la continuità educativa e aprire il campo delle possibilità. Tra gli stakeholder responsabili della Città Educativa è stato firmato un accordo di sintesi degli obiettivi e degli impegni con un protocollo di valutazione. Le azioni saranno convalidate dal comitato direttivo che si riunirà il 900.000 agosto. _Vx

Caricamento in corso

Non ci sono commenti