EDUCAZIONE: La scuola Marie-Amélie Leydet si attiva per proteggere gli oceani durante il carnevale

0

In occasione dei festeggiamenti del carnevale 2024, la scuola Marie-Amélie Leydet ha voluto sensibilizzare la popolazione sulla protezione degli oceani.

Ciascuno degli insegnanti che hanno partecipato a questo progetto in connessione con il progetto scolastico ha scelto di lavorare su diversi elementi per rappresentare la diversità di questo tema: la protezione degli oceani, degli animali marini, delle alghe e delle meduse...

Per realizzare questo progetto, gli studenti CE2A della signora Jasmin hanno utilizzato materiali riciclati ed elementi naturali come polistirolo, lattine di plastica, sabbia, conchiglie, ecc.

Questo progetto multidisciplinare sulla protezione degli oceani (legato agli interventi della Riserva Naturale di Saint-Martin e dello Stabilimento idrico e sanitario di Saint-Martin) ha permesso loro di reinvestire le loro conoscenze, in particolare utilizzando i compassi, disegnando strisce per i cappelli ... Bravo per questa bella iniziativa durante la sfilata di venerdì 9 febbraio 2024 alla presenza di studenti accompagnatori, insegnanti e genitori.

Gli oceani e i mari coprono il 70% del nostro pianeta e rappresentano il 97% dell’acqua sulla Terra

Gli oceani e i mari rappresentano più dei 2/3 della superficie terrestre e il 97% dell'acqua disponibile. Sono essenziali per la sicurezza alimentare globale e per la salute umana. Sono anche il principale fattore di regolazione del clima, poiché assorbono parte della CO2 prodotta sulla Terra. In altre parole, gli oceani e i mari ci proteggono.

Per secoli l’umanità ha agito come se i mari e gli oceani fossero risorse inesauribili, capaci di nutrirci e di assorbire tutti i nostri rifiuti. Ma non è così. Di fronte all’inesorabile distruzione delle nostre mangrovie, delle praterie marine, delle barriere coralline e al danneggiamento delle aree di riproduzione dei pesci, l’ambiente marino è minacciato, ma anche i servizi ecosistemici che fornisce, come le risorse della pesca.

L’elenco delle minacce che affliggono l’oceano è illimitato. Le attività umane generano molteplici inquinamenti: acque reflue, pesticidi, idrocarburi e persino plastica. In molti mari del mondo, le popolazioni ittiche sono sovrasfruttate a causa della pesca eccessiva. Lo sviluppo dell’economia blu, del traffico marittimo, dello sfruttamento offshore degli idrocarburi e perfino dell’acquacoltura stanno creando nuove pressioni sull’ambiente marino.

Il valore complessivo del patrimonio oceanico è stimato in 24 miliardi di dollari americani, un valore non commisurato a quello dei più grandi fondi sovrani. Da questo punto di vista, la Francia ha una responsabilità particolare poiché dispone del secondo spazio marittimo più grande del mondo attraverso i territori dei suoi territori d'oltremare. _AF

 884 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: