Covid-19: restrizione alla frontiera da venerdì

1

In un comunicato stampa, la Prefettura di Saint-Martin e Saint-Barthélemy indicano che sta introducendo "restrizioni di viaggio" tra le due parti dell'isola da venerdì 31 luglio. Nessuna menzione di "chiusura del confine", ma se la sintassi è diversa, la situazione rimane la stessa.

Per la Prefettura, la circolazione attiva del virus sul territorio richiede "rallentare la diffusione del virus limitando i movimenti". Pertanto, la Prefettura e l'ARS, "dopo discussioni con la Collettività di Saint-Martin e in accordo con il Ministero degli esteri", decisero di mettere in atto una "restrizione al movimento tra le due parti dell'isola. da venerdì 31 luglio alle 12 ”. Il prefetto Sylvie Feucher ha parlato questa mattina con il Primo Ministro di Sint Maarten su questo argomento.

SOLO PER MOTIVI PROFESSIONALI O MEDICI

La Prefettura indica che “i controlli saranno messi in atto alla rotonda di Bellevue ea Belle Plaine dallo staff della polizia di frontiera e della Gendarmeria Nazionale. I punti di confine di Cupecoy e Baie aux Huîtres (nota del direttore della Oyster Bay) saranno bloccati a partire da questa data ”.

Solo le persone con una ragione professionale o medica saranno quindi in grado di attraversare il confine. "Questo motivo verrà verificato sulla base dei certificati già emessi dalla Prefettura a giugno durante la precedente restrizione del traffico. Questi certificati possono essere riemessi e ritirati dai servizi della Prefettura ”. Le richieste mediche possono essere inviate all'indirizzo e-mail covid19pref@saint-barth-saint-martin.gouv.fr

 

I VIAGGIATORI DI JULIANA AUTORIZZATO

Inoltre, la Prefettura indica che i viaggiatori autorizzati dall'aeroporto di Juliana (dalla Francia metropolitana, dall'area Schengen o dall'elenco dei paesi sicuri) saranno autorizzati a passare presentando il biglietto aereo, il test PCR inferiore a 72 ore con esito negativo e certificato giurato rilasciato dalla società o presente sul sito della Prefettura.

Queste misure restrittive sono "essenziali per limitare la circolazione del virus ed evitare di raggiungere i limiti di capacità del nostro sistema sanitario", stima la Prefettura, che specifica che verranno messe in atto temporaneamente controllando la circolazione del virus su l'isola.

 

VALUTAZIONE DELLA SALUTE

Dal bollettino sulla salute del 24 luglio, 1 nuovo caso è stato individuato a Saint Barthélemy, portando il numero di casi a 2 e 4 nuovi casi a Saint-Martin, portando il numero di casi a 7.

A Saint-Barthélemy, il nuovo caso positivo è collegato a un gruppo di persone provenienti dalla Guadalupa che soggiornarono a Saint-Martin e frequentarono stabilimenti a Sint-Maarten.

A San Martino,

- 1 caso è ancora oggetto di indagine;

- 1 paziente è ricoverato a Sint Maarten e 3 casi di contatto positivo sono collegati ad esso;

- 1 caso è un contatto di un caso indigeno;

- 1 caso è stato importato dalla Repubblica Dominicana su un volo di rimpatrio dagli Stati Uniti a Juliana. Il governo di Sint Maarten ha annunciato ieri di aver contato 45 casi positivi. Questa circolazione attiva del virus sarebbe all'origine della contaminazione di 6 persone della Guadalupa che sono rimaste sull'isola e hanno generato un cluster ancora sotto inchiesta in Guadalupa.

(Fonte: www.lepelican-journal.com)

 7,578 visualizzazioni totali

A proposito dell'autore

1 commento

Pubblica un nuovo commento

%d ai blogger piace questa pagina: