Consiglio territoriale: sostegno eccezionale alle imprese di Saint-Martin nel contesto della crisi sanitaria della COVID-19

0

Il Consiglio Territoriale si è riunito in seduta plenaria martedì 14 aprile 2020, per deliberare su tre deliberazioni all'ordine del giorno:

  • Supporto eccezionale per le imprese nel contesto della crisi sanitaria COVID-19 - Varie misure fiscali: decisione votata all'unanimità (20)
  • Proroga dei termini scaduti durante il periodo sanitario per far fronte all'epidemia di COVID-19 e adeguamento delle procedure durante questo stesso periodo: decisione votata all'unanimità (20)
  • Indennità del Consiglio assegnata al contabile del Tesoro (19 per / 1 astensione)

 

All'inizio della sessione, i 20 funzionari eletti presenti hanno votato sul procedimento a porte chiuse, al fine di soddisfare le esigenze sanitarie legate al Covid-19.

 

  • Sostegno eccezionale alle imprese nel contesto della crisi sanitaria della COVID-19 - Varie misure fiscali 

 

Consapevole delle sfide economiche e delle urgenti necessità di sostegno per gli attori locali, la Collettività di Saint-Martin ha deciso di concedere misure fiscali eccezionali alle imprese in difficoltà nel contesto della crisi sanitaria legata al coronavirus COVID-19.

A partire da aprile, le società in difficoltà a causa della crisi sanitaria potranno richiedere un differimento del pagamento di imposte e tasse al Centro delle finanze pubbliche di Saint-Martin.

Le seguenti società sono quindi interessate da queste misure fiscali eccezionali:

  • Imprese interessate dalle chiusure previste dai decreti del 14 marzo 2020, integrati dal decreto del 15 marzo 2020, e del 23 marzo 2020 o da qualsiasi decreto che sarà pubblicato successivamente
  • Imprese che hanno registrato una diminuzione del fatturato pari o superiore al 50% nel periodo dei tre mesi precedenti la richiesta, rispetto allo stesso periodo dell'anno 2019 o rispetto al fatturato medio mensile del periodo incluso tra la data di costituzione della società e il 31 dicembre 2019 per le società costituite dopo il 1 marzo 2019.

Le informazioni relative alla situazione economica e finanziaria della società devono essere compilate e inviate al Centre des finances publics de Saint-Martin.

Le aziende in difficoltà potranno beneficiare di un rinvio a Dicembre 31 2020 pagamento delle seguenti tasse:

  • Imposta sul fatturato per i mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2020
  • Tassa di soggiorno per i mesi di gennaio, febbraio, marzo 2020
  • Imposta sui noleggi di veicoli per i mesi di gennaio, febbraio, marzo 2020

Tuttavia, le società idonee devono compilare e presentare le dichiarazioni mensili o trimestrali entro le normali scadenze.

Le aziende in difficoltà potranno beneficiare di un rinvio a Dicembre 31 2020 il pagamento dell'imposta sulle società 2019 nonché l'annullamento delle rate dell'imposta sulle società 2020 dovute nelle seguenti date:

  • 15 2020 giugno
  • 15 settembre 2020
  • Dicembre 15 2020

Tuttavia, le dichiarazioni dei risultati del 2019 devono essere presentate entro il 15 giugno 2020.

Infine, le aziende in difficoltà beneficeranno di un rinvio a Marzo 31 2021 del pagamento del contributo dei brevetti dovuti il ​​30 giugno 2020. Anche in questo caso sarà comunque necessario presentare le dichiarazioni del canone e del contributo dei brevetti entro il 30 giugno 2020 e pagare il diritto in questa occasione licenza.

Questa deliberazione è stata votata all'unanimità.

 

  • L'estensione delle scadenze è scaduta durante il periodo sanitario per far fronte all'epidemia di COVID-19 e l'adattamento delle procedure durante lo stesso periodo

 

Il 20 marzo 2020, nell'ambito dell'emergenza sanitaria legata al Coronavirus, il governo ha approvato con misure di ordinanza la sospensione dei termini applicabili alle richieste presentate alle autorità amministrative. Ciò riguarda le richieste che danno origine a una decisione di un'autorità amministrativa e in particolare le decisioni implicite di accettazione o rigetto, nonché le scadenze fissate per gli attori prese nel quadro della procedura di esame di tali richieste.

 

La presente ordinanza non si applica alle materie in cui la Collettività è esclusivamente competente in applicazione dell'articolo LO.6314-3 del Codice generale delle collettività territoriali.

 

Si propone quindi che i consulenti votino a favore della proroga dei termini e delle misure delle indagini scadute o che scadono tra il 12 marzo 2020 e il 24 giugno 2020, ovvero:

  • Sospendere i tempi per l'elaborazione delle decisioni amministrative fino al 24 giugno 2020
  • Rinviare il punto di partenza dei periodi di istruzione che hanno iniziato a correre durante il suddetto periodo al 24 giugno 2020
  • Sospendere i termini imposti dall'amministrazione, in conformità alla legge e ai regolamenti, a qualsiasi persona per eseguire ispezioni e lavori o per rispettare le prescrizioni di qualsiasi tipo fino al 24 giugno 2020.
  • Prolungare il periodo di validità di autorizzazioni, autorizzazioni, approvazioni, dichiarazioni precedenti e certificati rilasciati di 3 mesi, quando sono stati rilasciati tra il 12 marzo 2020 e il 24 giugno 2020 o quando erano validi nella stessa data .

 

Questa deliberazione è stata votata all'unanimità.

 

  • Compenso del Consiglio assegnato al ragioniere del Tesoro

 

Le autorità locali hanno la possibilità di assegnare al proprio contabile pubblico un indennizzo per consulenza, il cui importo dipende dall'entità delle spese effettuate sulla base di una media annuale stabilita negli ultimi tre esercizi finanziari chiusi. Questo compenso è la controparte della missione consultiva che il conto pubblico assume, a beneficio della Collettività di Saint-Martin, oltre alle sue missioni riceventi.

In applicazione delle disposizioni dell'articolo 97 della legge 82/213 del 2 marzo 1982 e del decreto 82/979 del 19 novembre 1982, un decreto del 16 dicembre 1983 specifica le condizioni per la concessione del risarcimento consulenza assegnata al contabile del Tesoro.

Ai sensi dell'articolo 3 del citato decreto, in occasione del cambio del contabile del Tesoro deve essere assunta una nuova delibera.

L'articolo 3 del decreto del 16 dicembre 1983, infatti, stabilisce che “l'indennità è acquisita dal ragioniere per l'intero mandato del consiglio comunale (o del comitato o consiglio dell'ente pubblico). Può tuttavia essere cancellato o modificato durante questo periodo mediante deliberazione speciale debitamente motivata. Inoltre, una nuova delibera deve essere presa in occasione di ogni cambio di ragioniere ”.

Questa deliberazione è stata votata all'unanimità, con un'astensione.

 3,214 visualizzazioni totali, 8 visualizzazioni oggi

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: