COMUNICATO STAMPA / Restrizione idrica: l'ASL des Résidences de la Baie Oriente risponde al SAUR

0

Alcuni articoli di stampa hanno riportato l'annuncio, da parte della SAUR, di misure restrittive in materia di distribuzione idrica intraprese nei confronti della ASL BO, cercando di imputare a quest'ultima la responsabilità delle perdite causate dalla rete di approvvigionamento e che penalizzerebbero tutti gli altri settori dell'isola.

Si segnala che sono attualmente pendenti dinanzi alle giurisdizioni competenti i procedimenti che consentiranno in particolare di determinare le responsabilità, nonché di precisare il ruolo ed il contenuto degli obblighi di ciascuna parte, in materia di manutenzione e riparazione della rete.

Inoltre, si segnala che tali fughe di notizie concorrerebbero ad accrescere il debito della ASL BO, che ammonterebbe presumibilmente a 2.8 milioni di euro, e che inciderebbero sulle capacità di investimento del SEAE che, su tale importo è esattore dei vari tributi a carico del servizio idrico pubblico.

Tali affermazioni sono totalmente sbagliate. Con dovuto rispetto a SAUR, si ricorda che con sentenza pronunciata il 23 luglio 2021, attualmente oggetto di un procedimento di appello pendente dinanzi alla Corte d'Appello di VERSAILLES, il Tribunale Commerciale di Nanterre ha ritenuto che il le fatture asseritamente emesse per i consumi idrici della ASL BO erano nulle.

Le informazioni comunicate alla stampa da SAUR sono quindi del tutto inesatte, e le misure restrittive intraprese da SAUR potrebbero benissimo consistere in pure misure di ritorsione.

Inoltre, questi accorgimenti sono essi stessi dannosi perché provocano, ad ogni ripresa della fornitura, improvvisi “colpi d'ariete” suscettibili di generare rotture nelle tubazioni provocando nuove perdite.

SAUR, infine, che vorrebbe erigersi a perfetto regolatore di una distribuzione equa che risponda alle problematiche ambientali e sanitarie, non può far finta di non sapere che l'acqua distribuita, e fatturata puntualmente, a tariffe particolarmente proibitive, si è dimostrata essere inadatto al consumo a causa di un contenuto di bromato particolarmente elevato e dannoso per la salute.

È deplorevole che LA SAUR non riporti tutti gli elementi che consentirebbero, in piena trasparenza, di informare utilmente gli utenti sulla situazione attuale.

 2,204 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: