College 900: inizio dei lavori previsto per l'inizio del 2022

0

La COM annuncia che presenterà la licenza edilizia a maggio per l'inizio dei lavori nel primo trimestre del 2022 e la consegna all'inizio dell'anno scolastico 2023.

Per alleviare la congestione nella città scolastica che ha dovuto ospitare studenti e personale scolastico del college di Soualiga sin dalla sua distruzione a causa dell'uragano Irma, è stata decisa la costruzione di un college del 900. Il progetto di costruzione di questo stabilimento, il cui budget stimato ammonta a 22, è in corso.

Gli stanziamenti finanziari sono assegnati e sono così distribuiti tra lo Stato e la COM: MEN / MOM 15 milioni di euro, FEI 3 milioni (per la sua vocazione paraciclonica), React EU Vert 1 (perché pannelli solari sul tetto) e 430 di euro di fondi propri del Collettivo.

"Il permesso sarà depositato a maggio per l'inizio dei lavori nel primo trimestre del 2022 e la consegna all'inizio dell'anno scolastico 2023" annunciato durante il consiglio territoriale mercoledì 31 marzo, Jean-Sébastien Roca di AFD (Agence development) incaricato, da settembre 2018, di supportare la COM nella ricostruzione delle scuole e ora nei nuovi investimenti.

Lo studio di architettura IDP Antilles si è aggiudicato l'appalto. La giuria è stata particolarmente sedotta dall'uso di pietre locali evidenziate nel loro progetto. Oltre alle aule per l'istruzione generale, edifici dedicati all'istruzione specifica, un refettorio, cortili interni e alloggi ufficiali, l'infrastruttura includerà una palestra. Il tutto sul terreno AR 130 situato a La Savane, che copre 32 m² e ospiterà anche il centro nautico, nel frattempo ancora in fase di assegnazione.

"Inizialmente avevamo pianificato di mettere in comune le infrastrutture con il futuro centro sportivo", ha spiegato Jean-Sébastien Roca. A quel tempo, questo progetto di palazzetto dello sport era più avanzato. Non essendo ancora stata avviata e dopo una consultazione con gli insegnanti che deploravano la loro mancanza di mezzi, si è deciso di costruire una palestra piuttosto che una piattaforma sportiva per il college 900.

Ma la realizzazione di questo tetto porta a superare le altezze attualmente consentite, che sono di sei metri. “Durante lo sviluppo di questo programma abbiamo visto quanto fosse restrittivo avere questi limiti di altezza. Non abbiamo lo spazio per far passare tutte le nostre reti, condutture e ventilazione necessarie ”ha precisato Jean-Sébastien Roca, che ha quindi fatto riferimento alla proposta di deliberazione di modificare il punto vendita solo per gli edifici pubblici. E argomentare: "questo ottimizzerebbe le risorse a nostra disposizione e non impatterebbe sull'ambiente generale dell'isola".

Dopo che Jean-Raymond Benjamin, relatore per la commissione urbanistica, ha indicato che quest'ultima aveva espresso parere favorevole, il presidente della COM ha sottoposto a votazione il progetto di "avviare una procedura per la modifica della zona UG del piano di utilizzo del suolo (POS) della COM ”in attesa del completamento della preparazione del Piano di sfruttamento e sviluppo del territorio di Saint-Martin e per promuovere l'emergere di progetti pubblici. Deliberazione adottata oggi all'unanimità dai membri della giunta territoriale.

(Soualigapost.com)

 8,100 visualizzazioni totali

Articolo sponsorizzato da:


A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: