Aiuti all'acquisto di materiale informatico per gli studenti idonei all'AME: la rabbia di uno studente del Master 1 MEEF

0

La storia inizia il 19 novembre 2021 quando ricevo una mail dal servizio borse di studio "Richiesta rimborso acquisto materiale informatico". 

Tale aiuto era subordinato all'acquisto di materiale informatico del valore minimo di 500 euro IVA inclusa. Ho pensato che fosse un'ottima idea aiutare gli studenti ma sfortunatamente non ne sono più sicuro… ti spiego. Quindi ho chiamato i servizi di borse di studio per assicurarmi che queste informazioni fossero affidabili. Una signora mi ha risposto: “Sì, acquisti l'attrezzatura informatica per un minimo di 500€ e poi verrai rimborsato. Così mi sono procurato un tablet del valore di 679 euro entro il 20 dicembre, scadenza per poter beneficiare di questo aiuto.

Quattro mesi dopo, giovedì 17 marzo 2022, ho ricevuto un'e-mail con la conclusione "Tuttavia, siamo spiacenti di non poter rispondere alla tua richiesta per i seguenti motivi: la tua fattura è inferiore a 700 €". Quindi non capisco cosa stia succedendo, perché la condizione di acquisto era di minimo 500€. Sono arrabbiato. Sono quindi indignato oggi di trovarmi di fronte a questo problema. Ho inviato una mail al servizio borse di studio per più di una settimana e non ho avuto alcuna risposta. Ho anche inviato un'e-mail al manager, ancora nessuna risposta. Così ho deciso di chiamare il dipartimento delle borse di studio oggi. Mi è stato spiegato che non c'era niente da fare, perché secondo il regolamento è indicato che l'acquisto di materiale informatico deve essere di un valore minimo di 700€. Così ho chiesto di vedere questi regolamenti, mi è stato detto che non potevano inviarmeli. La persona mi ha anche detto che c'è stato un problema durante la distribuzione dell'e-mail, motivo per cui oggi le informazioni non sono più aggiornate. Non voleva entrare nei dettagli. Trovo assurdo comunicare tali informazioni agli studenti sapendo che non hanno reddito. Perché prima è necessario poter anticipare questa somma di denaro, cosa che non è possibile per tutti. Quindi ho chiesto se ero l'unico in questa situazione, la persona non voleva rispondere a questa domanda. È grave divulgare questo tipo di informazioni, soprattutto agli studenti che oggi si trovano colti alla sprovvista di fronte alla situazione. E quello che mi fa incazzare è il fatto che al momento non possono offrirmi una soluzione, a parte chiedere questo aiuto anche l'anno prossimo.

Come è possibile?

Sono quindi estremamente arrabbiato oggi e ancor di più quando vedo questo tipo di articolo apparire su un giornale. Da un lato abusano del fatto che siamo giovani pensando che passerà inosservato. E invece parliamo di un valore di 500€ o addirittura 700€ a seconda della prima o della seconda email letta. _ANNO DOMINI

 6,428 visualizzazioni totali

Fonte :

Informazioni fax: https://www.faxinfo.fr/

Articolo sponsorizzato da:


A proposito dell'autore

Non ci sono commenti

%d ai blogger piace questa pagina: